Eurotax Quotazioni Usato

Le quotazioni online hanno profondamente cambiato la facilità di accesso dei privati al mercato delle auto usate, in quanto svolgono ad un prezzo molto competitivo un servizio di grande valore. Infatti, per effettuare accuratamente la quotazione di un veicolo, occorre tenere presenti molti fattori che ne vanno a modificare il valore, ed essi non riguardano l'auto in sé, ma anche le condizioni di mercato più in generale. Infatti, senza questi strumenti di calcolo facilmente accessibili, sarebbero solo i professionisti del settore ad avere accesso a dei modelli standard per la quotazione dei veicoli usati. Grazie ai servizi come Eurotax, invece, oggi è possibile evitare lunghi e macchinosi calcoli, ottenendo in brevissimo tempo un'adeguata quotazione per qualunque modello.

COS'È EUROTAX Nell'ambito delle quotazioni vi sono numerosi players, con strumenti di calcolo diversi, filosofie diverse e rivolti ad un pubblico diverso. L'utente medio, infatti, utilizza solitamente Quattroruote quando intende effettuare l'acquisto o la vendita di una macchina usata, così come le compagnie assicurative. Il pubblico di Eurotax, invece, sono i concessionari, rendendolo di base un servizio dedicato ai professionisti; tuttavia, grazie alla rivista AlVolante, noto periodico che spopola tra gli appassionati di motori, il target di Eurotax si è allargato e oggi anche molti privati utilizzano questo strumento di consulenza. Infatti, AlVolante ha adottato le quotazioni Eurotax come listino ufficiale dell'usato, ed essendo acquistabile a meno di due euro in edicola, il grande pubblico oggi tende a utilizzare Quattroruote ed Eurotax in parallelo.

EUROTAX GIALLO O BLU? È opportuno ricordare che, a differenza dei concorrenti, per ogni auto esistono due quotazioni Eurotax. Infatti, occorre distinguere le quotazioni gialle da quelle blu: il valore Eurotax blu è quello a cui un privato può aspettarsi di vendere la propria auto ad un concessionario, o quello che si può aspettare di ottenere in caso di permuta. Le quotazioni Eurotax gialle, invece, riguardano il prezzo che i concessionari applicano ai clienti che desiderano acquistare un'auto usata presso di loro. Va da sé che tra le due quotazioni vi sia sempre differenza, e che il valore giallo sia sempre superiore a quello blu. Un concessionario, infatti, è disposto a pagare ad un cliente, per la sua macchina usata, una cifra sempre inferiore rispetto a quella che si aspetta di ottenere dalla vendita. Altrimenti, se i costi superassero i ricavi, il concessionario lavorerebbe in perdita e sarebbe destinato a chiudere nel lungo periodo. Quando un privato desidera vendere la propria auto ad un altro privato, invece, si prende come riferimento la quotazione gialla, anche se solitamente si tende ad abbassare leggermente la richiesta. Se si applicasse esattamente il prezzo di un concessionario, infatti, si risulterebbe meno competitivi in quanto ci si può aspettare che un ipotetico acquirente, a parità di prezzo, preferisca rivolgersi ad un'azienda strutturata piuttosto che ad un privato. Le ragioni sono che un concessionario è più rapido nello sbrigare le pratiche, oltre che avere una sede ed un capitale a garanzia della sicurezza della transazione.

VALUTARE UN'AUTO USATA CON EUROTAX Quando si valuta la propria auto, o una di cui si è interessati all'acquisto, facendo affidamento ad Eurotax, si possono utilizzare diversi strumenti. Infatti, le quotazioni offerte da quest'azienda sono disponibili su vari siti, oltre che su AlVolante (sia nella versione cartacea che in quella digitale). Per questo, ogni sito applica tariffe diverse, e in alcuni casi e persino possibile ottenere la quotazione gratuitamente per i modelli più diffusi. Ad ogni modo, Eurotax fonda le sue quotazioni su degli strumenti di calcolo piuttosto complessi, in modo da tener conto di molteplici aspetti che contribuiscono a definire la valutazione finale. Il grande database su cui si basa questo sistema elabora continuamente i dati aggiornati per definire accuratamente la svalutazione di ogni auto rispetto al prezzo di listino del nuovo: modello, anno, allestimento, chilometri e optional, tutto concorre a formare la quotazione, per questo la presenza di una banca dati imponente è necessaria per riuscire ad ottenere un valore preciso.

ATTENZIONE PER I PRIVAT Se le quotazioni Eurotax sono molto utilizzate in ambito professionale, per i privati è necessaria una particolare attenzione nel caso in cui, anziché riportare l’auto presso un concessionario, si desiderasse vendere il veicolo in autonomia. Infatti, in questo caso occorrerebbe tenere presenti alcuni fattori non presi in considerazione dalle quotazioni Eurotax, essendo poco significativi per i professionisti con volumi maggiori. Il primo fattore per adattare le quotazioni alla propria richiesta è la condizione del mercato locale, in quanto sul territorio nazionale il valore della stessa auto può oscillare in un range abbastanza ampio. Questo avviene perchè, ad esempio, la richiesta di auto piccole e agili nel traffico è maggiore nelle grandi città, dove evitare gli ingorghi è un criterio più utilizzato in vista dell’acquisto di quanto non lo sia in paesi più piccoli o in luoghi dove raramente si verificano ingorghi. Più un veicolo si avvicina al gusto e alla richiesta degli altri abitanti del territorio, e più alto sarà il numero di possibili acquirenti disposti a spendere cifre più vicine alla quotazione Eurotax gialla. Inoltre, anche la presenza di concessionari sul territorio presso cui sia disponibile lo stesso veicolo rende difficile effettuare la vendita al valore giallo del servizio di quotazione Eurotax, in quanto solitamente allo stesso prezzo e a parità di condizioni, è più facile che un acquirente scelga di rivolgersi a dei professionisti per le maggiori garanzie che essi possono offrire.

Se si dispone di un’auto in buone condizioni, senza particolari segni di usura, Eurotax è sicuramente un servizio sul quale fare affidamento per poterla valutare, essendo un grande punto di riferimento sul mercato. Per rendere la quotazione più vicina al valore reale, in ogni caso, è bene assicurarsi che i segni di usura degli interni e delle componenti estetiche del veicolo siano grossomodo vicine al chilometraggio. Dunque, sotto i 100.000 chilometri sarebbe opportuno ridurre al minimo le imperfezioni visibili, e solitamente il modello economico ideale per far rendere al massimo la vendita di un’auto usata è proprio quello di mantenere i chilometri al di sotto di tale soglia e non presentare né graffi sulla carrozzeria né macchie o bruciature sugli interni; infine, buona norma è non avere meno del 60% di pneumatico ancora utilizzabile al momento della cessione: verificando tutti questi elementi, si potrà ottenere un valore Eurotax davvero conveniente e posizionarsi in modo molto competitivo sul mercato.