A chi vendo l'auto?

Se desideri vendere la tua auto usata, dopo aver utilizzato le quotazioni e le principali tecniche per determinarne il valore di mercato, dovrai scegliere quale sia il metodo a te più congeniale per portare a termine la vendita. Per chi possiede un'auto che non vada rottamata, infatti, vi sono tre alternative classiche, di cui due operabili nei confronti di professionisti ed una, la vera e propria vendita, vero altri privati.

VENDERE LA TUA AUTO AD UN PRIVATO Questa soluzione è diventata via via più popolare con il passare degli anni, soprattutto grazie all'innovazione digitale che ha visto nascere diversi siti utili a vendere la tua vecchia auto. Dalle quotazioni ai portali di annunci, è possibile sfruttare il web in diversi modi per riuscire a contattare numerosi ipotetici acquirenti e incontrarli poi dal vivo per concludere l'affare. Tuttavia, un aspetto da considerare è che per i non esperti del settore, questa via può risultare davvero impervia. Infatti, numerosi affaristi e truffatori frequentano i portali di annunci per auto usate in attesa di qualche utente inesperto da abbindolare; inoltre, solitamente prima di riuscire a contattare un acquirente davvero serio per poter procedere alla cessione effettiva trascorre diverso tempo da quando sono stati pubblicati gli annunci di vendita. Durante questo tempo l'auto subisce un'ulteriore svalutazione dovuta al tempo trascorso e ai chilometri percorsi in più rispetto alla data di pubblicazione.

RIVOLGERSI AD UN CONCESSIONARIO I professionisti fisici del mercato delle auto usate sono solitamente i concessionari. Qui si può procedere a vendere la propria auto tramite una permuta o affidandola al concessionario in conto vendita, ma la garanzia di avere a che fare con degli esperti del mestiere ha un suo prezzo. In caso di permuta, infatti, il concessionario offirà una cifra sensibilmente più bassa rispetto al valore di mercato per ritirare la tua auto, e sarai vincolato a spendere tale somma per acquistare una nuova auto dal valore superiore rispetto a quella data in permuta. Nel caso di conto vendita, invece, si verrà pagati soltanto una volta che Il concessionario –il quale in questo modo non si espone ad alcun rischio di invenduto- avrà trovato un acquirente per il vostro veicolo. Il costo sarà, oltre che una commissione per le pratiche svolte, anche una provvigione che varia solitamete dal 5% al 7% del prezzo finale.